GRANDE ENTUSIASMO PER L’ECO-FASHION SHOW

 

In numerosi sono accorsi all’ “Eco-Fashion Show”: un progetto-evento a cura dell’ASD Nautica Picena (Asdnp). La sfilata, che si è svolta il 13 agosto alle 21 a Porto San Giorgio sulla spiaggia antistante il circolo nautico, ha saputo coniugare la moda al rispetto per l’ambiente.

L’iniziativa, tra le prime nelle Marche adottate da un circolo nautico, si colloca in un contesto davvero suggestivo: sabbia, mare e una storica pineta alle spalle, il tutto incorniciato dalle barche a vele spiegate.

L’Associazione ha sposato la causa “plastic-free”, tentando di eliminare progressivamente l’uso della plastica all’interno del circolo nautico. Ad esempio, ai soci e agli ospiti vengono fornite borracce e bottiglie in vetro; sono stati banditi i piatti in plastica e sostituiti da quelli in ceramica o bio-degradabili; le posate sono in metallo; inoltre, il pesce utilizzato per confezionare i pasti serviti al punto di ristoro sono a miglio zero.

Di conseguenza, si può comprendere chiaramente che il circolo ha contribuito attivamente a generare un cambiamento nel modo di interagire con la natura per rendere migliore il mondo in cui viviamo.

La sfilata è stata un’altra tappa ambientalista in questa direzione, che ha visto i soci stessi sfilare a piedi nudi lungo la passerella che conduce alla spiaggia, illuminata da torce e candele.

Exseat e Haikure

Protagonisti dell’evento sono stati gli accessori firmati “Exseat” ed i capi “Haikure”: due brand innovativi con una visione orientata al rispetto per le persone e per il pianeta. Conosciamoli meglio.

 

 

 

Il brand Exseat

Exseat nasce nel 2018 a Monte Urano (FM) dalla volontà di rivoluzionare il modo in cui si è soliti pensare ad un accessorio legato al mondo della moda. L’azienda parte dalla consapevolezza che compiere azioni in chiave sostenibile, come il riciclo ed il recupero di materiali usati, siano essenziali per la nostra vita in questo pianeta.

Exseat bag logoHa sviluppato quindi una collezione di borse e zaini innovativi sfruttando i benefici dell’economia circolare e riducendo al minimo sia l’impatto negativo sull’ambiente che la produzione di rifiuti.

Si impegna a recuperare e valorizzare i tessuti delle tappezzerie e le cinture di sicurezza delle auto in disuso, i quali, dopo un meticoloso processo di selezione e sanificazione, sono pronti per iniziare la loro seconda vita trasformandosi in accessori unici di design, diversi ogni volta l’uno dall’altro.

 

Il brand Haikure

Haikure nasce nel 2011.  Il nome evoca il futuro nel rispetto del presente. Propone un nuovo stile di vita in cui convivono le ultime tendenze della moda e la sostenibilità.

Haikure logo

Impiega, infatti, materiali e processi ecosostenibili, come ad esempio cotone organico ricavato da piante non modificate geneticamente senza uso di sostanze chimiche agricole sintetiche come fertilizzanti o pesticidi. Anche le etichette sono tessute in materiali naturali come lana, cotone, lino e bambù; persino i cartellini e il packaging  sono in carta 100% tree-free. Inoltre, garantisce al contempo eque condizioni sociali ed ambientali di tutte le parti coinvolte nella produzione.

 

Per concludere, non resta che augurare “buon vento” a tutti!

 

Eco fashion show Porto San Giorgio

 

> Se sei interessato all’Eco-fashion, ti consigliamo di leggere il nostro articolo “Risorse Future: la storia dell’azienda di calzature animal-free” in cui abbiamo approfondito il tema delle calzature ecosostenibili.