Il 2018 si apre all’insegna del risparmio per la Regione Marche. Sono state approvate infatti nuove forme di efficientamento energetico. Sono stati indetti quattro nuovi bandi, tre dei quali sono già pubblicati sul sito della Regione, con cui si vuole alzare  l’asticella dell’efficienza energetica di aziende e enti pubblici sul territorio. Le gare si divideranno un totale di 16,2 milioni di euro, finanziati attraverso le risorse del Por Fesr 2014-2020, il Fondo Europeo che sostiene lo sviluppo regionale. La somma darà vita a quattro tranche di incentivi destinati a interventi differenti ma con un unico scopo: garantire un futuro più sostenibile alle Marche.

Il primo bando punta a ridurre i consumi nella pubblica illuminazione anche attraverso l’integrazione di fonti rinnovabili. È rivolto agli enti locali e pubblici, anche consorziati ed ha una dotazione di 1,3 milioni di euro (in scadenza il 2 febbraio 2018). Il secondo bando promuove la riduzione dei consumi negli edifici pubblici adibiti ad attività sportive attraverso interventi riferiti all’involucro edilizio o all’installazione di impianti (solari termici e fotovoltaici, impianti di cogenerazione, ecc). Ha una dotazione finanziaria di 800 mila euro ed è sempre rivolto agli enti locali e pubblici (scadenza 12 marzo 2018). Il terzo incentiva la riduzione dei consumi negli altri edifici pubblici, prevedendo la disponibilità di 4,2 milioni ancora per gli enti locali e pubblici (scadenza 23 aprile 2018). Il quarto mette a disposizione 9,8 milioni destinati alle imprese dei settori che fanno riferimento all’estrazione mineraria, costruzioni, fornitura gas e acqua, energia elettrica, manifatturiero, alloggio e ristorazione, trasporti e magazzinaggio, commercio. Sarà emanato nel mese di febbraio 2018 e prevede agevolazioni fina all’80% per interventi di efficientamento energetico.