Dal 16 al 22 settembre si svolgerà la Settimana Europea della Mobilità Elettrica. L’argomento di quest’anno è “Mobilità pulita, condivisa e intelligente“, cui si accompagna lo slogan “Condividere ti porta lontano” e per il quale è stato realizzato un video promozionale.  Sulla base di questo argomento le autorità locali sono invitate a organizzare attività per i propri cittadini e a lanciare e promuovere misure permanenti a sostegno.

I recenti sviluppi tecnologici, che hanno consentito la diffusione di forme di tecnologia intelligente, come le applicazioni e le piattaforme online, rappresentano già un grande aiuto affinché la mobilità diventi più efficiente, economica e ecocompatibile. Grazie a queste tecnologie, oggi è più che mai facile gestire la mobilità anche e soprattutto condivisa.

Il Ministero dell’Ambiente aderisce alla Settimana Europea della Mobilità, condividendone gli obiettivi, svolgendo un ruolo di coordinamento nazionale e di supporto delle iniziative e degli eventi attuati da Comuni e associazioni, nonché promuovendo la partecipazione attiva dei cittadini e specifiche azioni a carattere nazionale.

L’obiettivo per l’Italia con questa edizione 2017 è quello di superare il primato di adesioni registrato con l’edizione 2016, quando il numero di città aderenti è stato pari a 147. Le città che vogliono aderire possono visitare il sito internet: ttp://www.mobilityweek.eu/

Le iniziative in programma nelle Marche non sono molte. La più importante è a Pesaro il 15 e il 16 settembre,  Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova“, dal titolo “Muovere le idee per muovere le persone”, promossa da numerose associazioni ed istituti che agiscono sui temi della mobilità sostenibile, tra cui Legambiente, Isfort, Kyoto Club, Euromobility, Fondazione per lo sviluppo Sostenibile, Ambiente Italia, Alleanza Mobilità Dolce, in collaborazione con il comune di Pesaro, la Regione Marche ed il patrocinio di Anci. Un evento per sensibilizzare le amministrazioni, mettere in comune le esperienze delle città, formare il volontariato, responsabilizzare le aziende, promuovere nuove professionalità e mobilitare tutte le associazioni per cambiare il modello di mobilità del nostro Paese. Al confronto parteciperanno esperti, sindaci, assessori, aziende, politici, associazioni, con idee, progetti ed esperienze su questi temi. Il programma dettagliato lo trovate sul sito: http://www.mobilitanuova.it/.

A Fabriano (AN) ci sarà una serie di eventi da sabato 16 a venerdì 22 settembre con un’attenzione particolare alla giornata “In Città senza la mia auto”, cercando di implementare nuove misure che contribuiscano a un progressivo passaggio dall’uso dell’auto privata verso forme di mobilità sostenibili. Hanno deciso di aderire all’organizzazione una serie di realtà locali che proporranno attività didattiche presso il “bike park” del Parco Unità d’Italia, percorsi con pedalata assistita in Piazza del Comune, Pedalata collettiva per tutta la città, due giornate (16 e 22 settembre) con pullman Contram gratuiti ed un convegno ad hoc per iniziare a disegnare, insieme alla città ed attraverso partnership con società di trasporto pubblico locale, associazioni, tecnici, la Fabriano sostenibile del futuro perché i viaggi cominciano molto prima degli autobus, degli aerei, degli elicotteri, delle navi, dei piedi. I viaggi cominciano dentro la testa. Per ulteriori informazioni sul programma è possibile consultare la pagina Facebook dell’evento: https://www.facebook.com/events/757062281144696/?acontext=%7B%22action_history%22%3A%22null%22%7D

Il 17 settembre a Falconara Marittima (AN) ci sarà 2 Parchi in 2 Ruote, biciclettata amatoriale non competitiva dal parco Kennedy al parco del Cormorano di Falconara M. e ritorno per trascorrere in compagnia e amicizia un pomeriggio su 2 ruote unendo i due più bei parchi cittadini. Per informazioni: https://www.facebook.com/events/2048164518744770/

Il 16 settembre a Fano (PU) si svolgerà il Bike Tour della Mobilità In-sostenibile, un percorso cittadino dove saranno evidenziate ed immortalate in un video molte delle criticità che i ciclisti devono affrontare quotidianamente sulle vie della città. Infatti, la buona pratica di muoversi in città usando la bici al posto dell’auto non viene in alcun modo tutelata e troppo spesso il ciclista è costretto a scegliere se rischiare di farsi investire o non rispettare il codice della strada con quel che ne segue in termini di responsabilità. Per informazioni vedere qui: http://www.settimanaeuropeafiab.it/evento.php?id=775

Se avete altre iniziative da segnalarci, contattateci alla nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/nextolife/