Vi piacerebbe risparmiare sulla bolletta semplicemente applicando alcuni accorgimenti nella gestione della vostra casa? Vi suggerisco una serie di semplici consigli da seguire nella vostra abitazione.
Scegliete le lampadine a risparmio energetico
I vecchi modelli di lampadine a incandescenza sono ormai solo un ricordo. Oggi il mercato vi consente di installare lampade a LED che permettono una riduzione del consumo del 50% e una maggiore durata.

Utilizzate il pieno carico per lavatrice e lavastoviglie
Non solo risparmierete acqua ed elettricità, ma il lavaggio sarà migliore. Evitate tipologie di lavaggio ad alto consumo di energia come pre-lavaggio, lavaggi intensivi e ad alte temperature.

Impedite la dispersione di calore dallo scaldabagno
Lo scaldabagno elettrico, dove presente, di per sé consuma grandi quantità di energia. Ne brucia ancora di più se non è stato installato correttamente. A riguardo, occorre che lo stesso sia posizionato vicino al lavandino o alla doccia in modo che l’acqua calda non debba percorrere un percorso troppo lungo. Non date per scontato che i vostri impianti siano stati effettuati a regola d’arte.

Dimenticatevi dell’opzione “stand-by” per gli apparecchi elettronici
Lo stand-by degli apparecchi elettrici incide in modo significativo sulla vostra bolletta perché tutti gli elettrodomestici apparentemente spenti sprecano in realtà energia elettrica. Per questo motivo evitate di tenerli alimentati e, se non è possibile, sarebbe opportuno adeguare l’impianto elettrico. Per esempio, prevedendo un interruttore per togliere l’alimentazione nelle ore notturne alle prese elettriche, tranne quelle che devono essere sempre alimentate (per esempio frigorifero, congelatore, impianto di allarme).

Posizionate correttamente gli elettrodomestici per non surriscaldarli
Collocare gli elettrodomestici a una distanza minima di 10 cm dalla parete può farvi risparmiare elettricità. Quando gli apparecchi sono messi troppo a ridosso del muro, non essendoci ricircolo d’aria sufficiente a raffreddarli, si surriscaldano. In questo modo i consumi aumentano in modo significativo oltre a limitare la vita dei vostri apparecchi.

Installate un impianto fotovoltaico per il risparmio energetico in casa
Installando sul tetto di casa dei moduli fotovoltaici, potete sfruttare l’energia solare direttamente e in modo gratuito per la quota di autoconsumo e ottenere un’ulteriore beneficio economico grazie al contributo scambio sul posto. I costi negli ultimi anni sono diminuiti in modo significativo e oggi rappresenta un investimento sostenibile sotto ogni profilo.
Se siete invece possessori di un impianto FV, il mio consiglio è quello di effettuare un check-up con cadenza annuale per verificare che la funzionalità e producibilità sia adeguata. Sia per chi ha un impianto FV e sia per chi lo deve realizzare, suggerisco di valutare l’installazione di un sistema di accumulo dell’energia. A questo punto, il risparmio energetico in casa sarà anche maggiore fino ad arrivare all’80% di autoconsumo dell’energia prodotta. Infatti si possono caricare le batterie durante il giorno e utilizzarle la sera, diventando completamente autosufficiente in termini di energia.

Andrea Silvetti, CEO di 4 Energy Srl